Qual è il Culto e perché ci incontriamo ogni Domenica? Da Pastor Adrian Pablos

Tradotto da Spagnolo a Italiano con Google Translator.


 Da Adrian Pablos [1].

Fratelli, la maggior parte di noi provengono da una dogana educazione e cattolica, dove il rapporto con Dio si basa su ordini e sacrificio personale, ma questo è davvero più che distante rispetto ad una vera e propria relazione con il Creatore e vivere in santità . Ci è stato insegnato a cambiare il Signore "occhio per occhio" ....

Concentriamo la nostra comunicazione con Dio basato sulla loro risposte prima le nostre richieste e ci rattrista quando Lui non risponde nulla, può essere materiale, familiare, economico, ecc.
Spesso ci si deprime e ci sentiamo frustrati perché vediamo che i nostri sogni non sono soddisfatte nel tempo e nei modi che abbiamo esattamente la nostra sapienza umana vana. In questo momento è quando si comincia a confrontare con gli altri nella congregazione e generalmente notato come "Dio li soddisfa le loro esigenze". Questo si traduce generalmente in una rabbia che si traduce in una sorta di capricciosa ed esigente preghiera: "Signore, dammi, dammi, dammi ..." A causa del modo in cui ci hanno insegnato a prendere le buone maniere "religione" Domenica, perdiamo il focus di attenzione sulla importanza di prestare culto a Dio ogni settimana e possiamo iniziare a fare questo come attività di routine più nella nostra vita occupato. Ci dimentichiamo che il culto significa mostrare amore incondizionato e così superstizioso concorrere in modo che tutto ciò che facciamo le cose bene durante la settimana.

Condividere la Parola di Dio:
19 Non vi fate tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano: 20 Ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano. 21 Perché dov'è il vostro tesoro, là sarà il vostro cuore. Matteo 6, RV60.

Il Signore ci dice in questi versetti, confrontando le nostre vite con le case del tempo, che sono state costruite di fango e paglia, ci dice di non impostare il nostro cuore alle cose che vediamo, ma di focalizzare la nostra attenzione su ciò che realmente vale la pena come la nostra salvezza e il perdono dei peccati effettuate mediante il sacrificio di Cristo sulla croce del Calvario. Perciò la Bibbia dice:

5 E quando pregate, non siate come gli ipocriti, perché essi amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini: in verità vi dico: hanno gia ricevuto la loro ricompensa. 6 Ma tu, quando preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo che è nel segreto, e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. 7 E quando pregate, non usate soverchie dicerie come fanno i pagani, che credono di venire ascoltati a forza di parole. 8 Non siate dunque piacciono loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate. Matteo 6, RV 60.

Queste linee ci concentriamo principalmente per una preghiera di ringraziamento e di glorificazione del Padre. Direttamente insegna che il nostro Dio conosce le esigenze di tutti e di non ripetere le preghiere degli altri con parole di cui quasi non conoscono il significato, ma versiamo in adorazione a Lui
Gesù ci invita a confidare il nostro "papà" e Creatore:

31 Non siate dunque dicendo: Che cosa mangeremo, o che berremo, o di che cosa indossare? 32 Per i pagani che ricercano tutte queste cose, il Padre vostro celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose. 33 Cercate prima il regno e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno aggiunte. Matteo 6, RV 60.

Quindi, cari fratelli l'aspettiamo ogni Domenica sapendo che incontreremo in casa del nostro Abba (papà Caro), per raccogliere canti di adorazione e di lode a Lui con un cuore arreso noi venire conoscere il prezzo di nostro Signore pagato per noi avere accesso diretto al Santo dei Santi e dare il nostro cuore in sua presenza. Alzare le mani pure in unità di corpo di Cristo e adorare il Signore del creato, che nella sua onniscienza conosce tutte le cose con grande saggezza.

Scrive l'apostolo Paolo nella sua lettera ai Romani il vero senso di stare insieme come fratelli in ogni servizio per "festeggiare" ciò che il Signore Gesù ha fatto per ciascuno di noi, vediamo quello che dice nel capitolo cinque e tesoro queste parole nella nostra cuore.

Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore, 2 mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede l'accesso a questa grazia nella quale ci troviamo e ci vantiamo nella speranza della gloria di Dio. 3 E non soltanto questo, ma ci gloriamo anche nelle tribolazioni, ben sapendo che la tribolazione produce pazienza, 4 e perseveranza, virtù provata, e la virtù provata, la speranza: 5 E la speranza poi non delude, perché l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo, dato a noi. 6 Per Cristo, mentre eravamo ancora senza forza, Cristo a suo tempo è morto per gli empi. 7 Per un certo morirà per un uomo giusto, qualcuno potrebbe forse il coraggio di morire per il bene. 8 Ma Dio dimostra il suo amore verso di noi perché, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. 9 Tanto più dunque, essendo ora giustificati per il suo sangue, saremo salvati dall'ira. 10 Perché, se mentre eravamo nemici, siamo stati riconciliati con Dio per mezzo della morte del Figlio suo, molto più ora, essendo riconciliati, saremo salvati mediante la sua vita. 11 E non soltanto questo, ma ci gloriamo pure in Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo, dal quale ora abbiamo ricevuto la riconciliazione.

Per concludere questo argomento voglio essere chiaro questa cella che riassume i punti salienti, cfr.

Ci incontriamo in ogni servizio per ringraziare e lodare il Signore per la seguente:

Ø la salvezza della nostra anima.
Ø Il perdono dei nostri peccati.
Ø Per il prezzo che Gesù ha pagato per ognuno di noi.
Ø facendoci suoi figli.
Ø L'accesso al sacro, senza intermediari e di essere a vostra stessa presenza.
Ø Con la sua misericordia verso di noi.
Ø La libertà di vivere nella verità.
Ø La divulgazione della Scrittura.
O Sapienza in abbondanza
Ø La pace soprannaturale.
Ø Traducendo mediante il suo Spirito Santo in noi il vero pentimento.
Ø Come frutti dello Spirito si manifesta nella nostra vita.



Dio vi benedica grandemente, e fratelli ... andare avanti sapendo che il nostro Dio è in controllo di tutte le cose, dedicare la nostra vita alla lode e adorazione a Lui prendendo la verità del Vangelo che ci ha liberati.


Adrian Pablos è co-Pastor della chiesa Gesù Ci Vita diretto da Pastor Osvaldo Ripoll.


http://www.facebook.com/hayvidaenjesus?fref=ts

Comentarios

Entradas populares de este blog

Reflexión. La parábola de las 10 vírgenes. By Fabian Massa

NEWS. Второй зверь. By Fabian Massa.

Reflexión. El primer discurso de Pedro y la conversión de los 3.000. By Fabian Massa.