STUDIO. La Presenza di Dio spezza le catene. Circa un sermone del Rev. Claudio Freidzon.

Tradotto da Spagnolo a Italiano con Google Translator.


Discorso Sabato 3 agosto 2013. Re dei Re Chiesa di Belgrano, Buenos Aires - Argentina.

Fresco dalla città di Dallas (USA) Freidzon Claudio Pastor predicato l'importanza vitale per la nostra vita spirituale per comprendere la differenza tra potenza e la presenza di Dio, di Dio.

Egli aveva già predicato su questo il Sabato 21 Luglio 2013 presso la nostra chiesa [1] e ho questo messaggio fondamentale per la città di Dallas, dove ha condiviso la piattaforma con il salmista Marcos Barrientos.


1. Il parroco ha iniziato la riunione ricordando che:
una. In presenza di Dio rompere le catene dell'oppressione: le grandi vittorie ottenute in adorazione e di lode.
b. Combattimento nostro non è contro sangue e carne (Ef 6,10): Quando lotte nascono con persone diverse (. Al lavoro, quartiere, fabbrica, ecc), Chi ci attacca senza ragioni, non dovremmo essere arrabbiati con loro, dobbiamo capire che vengono utilizzati dal nemico per cadere in rabbia e perdere la comunione con Dio. Quando siamo entrati la Presenza, Dio ci dà le strategie, il potere e l'unzione di vincere quei poteri spirituali.
c. Le circostanze possono cambiare, cambia i cuori Presenza: Il Pastore ci ha ricordato l'esempio dei soldati che sono venuti ad arrestare Gesù (Gv 18,3-6). Quando Gesù disse: "Io sono" caddero toccati dalla potenza di Dio. Ma non ha ricevuto la rivelazione di IO SONO, non credevano (ricevuto alcuna Presence) e, pertanto, i loro cuori non sono stati trasformati. Appena si alzò prese prigioniero il Maestro. Ha ricordato anche la loro religione insegnata in precedenza e ha spiegato le differenze tra Esodo 23,20-33,12 Esodo 23-15:

I. Il potere di Dio
Gli ebrei conosceva il potere degli angeli del Signore e aveva una grande considerazione, mentre l'autore della Lettera agli Ebrei ha rilevato l'importanza di spiegare che Cristo era superiore agli angeli (Eb 1,4)

Leggiamo il seguente:
20 "realizzare, Israele, io mando il mio angelo davanti a te per custodirti sul cammino e si mettono al luogo che ho preparato. 21 Prestare attenzione e la osservano. Non ribellarsi contro di lui, perché da parte mia non perdonerà la vostra ribellione. 22 Se tu obbedisci e fai con tutte le mie istruzioni, io sarò il nemico dei tuoi nemici e si oppongono coloro che vi si oppongono. 23 Il mio angelo ti guiderà e ti mettono in terra di queste persone che mi asciugherà paese degli Amorrei, Hittiti, Perizziti, i Cananei, Evei e Gebusei. Ex 23,20-23 NIV

Questo angelo era momenti abbastanza potente cancellare un intero esercito nemico. Questa è la potenza di Dio che agisce per conto dei figli d'Israele. Ma questo angelo non è in alcun modo spiritualmente ministro né tollerare disobbedienza. Era stato nominato solo da Dio per difenderli e aiutarli contro i loro nemici.


      II. La Presenza di Dio
Mosè era molto chiara la differenza tra "potere" e "Presenza", che si può dedurre la seguente lettura:

12 E Mosè disse al Signore: Vedi, tu dici a me, salire questo popolo, e tu non sai chi manderai con me. Tuttavia, si dice, io ti conosco per nome, e tu hai anche trovato grazia ai miei occhi.
13 Ora dunque, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, per favore mostrami la tua strada ora, si sa, e trovare grazia ai tuoi occhi: e ritengono che questa nazione è il tuo popolo.
14 Ed egli disse: La mia presenza andrà con te e ti darò riposo.
15 E Mosè disse: Se la tua presenza non viene con me, non farci partire qui.

Esodo 33,12-15 RV60

Mosè era chiaro che:

"Avere una presenza è il più importante, perché è Dio stesso e Lui mana potenza, la sapienza, l'uguaglianza, la pace, la gioia e tutto il bene che un uomo può desiderare"
E Mosè disse a Dio: "Se tu non vieni a noi, non noi da qui. Ma tu non vieni non mi muovo "

"Il potere di Dio benedice, ma la presenza di Dio ci farà una benedizione per gli altri"



Due. Presenza Come portare a casa?
Pastor incoraggiati a non accontentarsi di godere della presenza di Dio nel culto, che va bene, ma aspirano ad avere tutto il tempo con noi, in strada, al lavoro e soprattutto in casa. Noi siamo "Tempio dello Spirito Santo" (2 Cor 6,16 B) La volontà di Dio è che noi siamo sempre in sua presenza. Il suo interesse è vedere a crescere alla statura di Cristo (Ef 4,13)

Come si fa? Abbiamo ricordato la storia del profeta Eliseo e la Shunamita (2 Re 4,8-44)
Quella famiglia aveva preparato a casa un luogo confortevole in cui si incontra il profeta fissato, perché ha capito che la presenza di Dio era su di lui. Allo stesso modo dobbiamo "fissare" (fine) la nostra casa e invitare lo Spirito Santo a dimorare con noi!
"Lo Spirito Santo è con, dentro e intorno a noi come un potente"
Gesù ci ha insegnato che se cerchiamo in primo luogo Sua presenza tutte le altre cose che ci servono saranno aggiunti a noi (Matteo 6:33).




Tre. Un errore dei nostri giorni

Il pastore ha spiegato che in questi tempi, uno dei problemi che esistono nelle Chiese (tutto il mondo) è che molti non fanno distinzione tra la potenza e la presenza. Nello stesso modo che ai tempi di Gesù, la folla si sono riuniti per ricevere da lui il "pani e dei pesci": Hanno preso i miracoli, ma i loro cuori non sono state modificate. Lo stesso vale oggi, le persone che vengono in chiesa con un bisogno paralizzante ricevono il vostro miracolo, gioiscono e vanno. Non stare perché non hanno capito che è più benedetto per avere la presenza che solo sono stati toccati dal suo potere una volta.

La presenza porta:

una. Pace
b. Joy
c. Rilascio
d. Vita
e. Saggezza
f. La possibilità di vivere nel Regno dei Cieli.
La Presenza ha ricevuto quando partiamo per pregare, adorare e meditare la Sua Parola!


10 "Fermatevi e sappiate che io sono Dio;
Io sarò esaltato fra le nazioni, sarò esaltato sulla terra.
Salmo 46.10 RV 60


Essere ancora, cioè allontanarsi, prenotare un posto e un tempo per entrare in comunione con Lui

Comentarios

Entradas populares de este blog

Reflexión. La parábola de las 10 vírgenes. By Fabian Massa

NEWS. Второй зверь. By Fabian Massa.

Reflexión. El primer discurso de Pedro y la conversión de los 3.000. By Fabian Massa.